Stagione Lirica del Comunale, il prossimo appuntamento è con il Faust di Gounod

Guarda qui la diretta streaming

[vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text]

Stagione Lirica del Comunale, il prossimo appuntamento è con il Faust di Gounod 

[/vc_column_text][vc_empty_space height=”12px”][vc_column_text]

La stagione lirica del Teatro Comunale “Luciano Pavarotti” propone venerdì 1 e domenica 3 dicembre il Faust di Charles Gounod nel nuovo allestimento coprodotto con Fondazione Teatri di Piacenza e I Teatri di Reggio Emilia. Lo spettacolo, prodotto a 200 anni dalla nascita del compositore, è costruito a Modena e firmato nella parte scenica dal collettivo Anagoor, una delle realtà emergenti più attuali e stimolanti del teatro di prosa italiano.

La parte musicale dello spettacolo è diretta dal francese Jean-Luc Tingaud, qui alla guida dell’Orchestra dell’Opera Italiana e del Coro della Fondazione Teatro Comunale di Modena preparato da Stefano Colò. Regia di Simone Derai che venerdì 1 dicembre alle ore 18, nel Ridotto del Teatro, incontrerà il pubblico per la serie Invito all’Opera in compagnia del critico musicale Susanna Franchi.

Direttore francese di fama internazionale, Jean-Luc Tingaud ha recentemente diretto I pescatori di perle all’English National Opera, La bohème in forma di concerto alla Salle Pleyel di Parigi con la Royal Philharmonic Orchestra e ha debuttato all’Arena di Verona con Roméo et Juliette di Gounod.

Il ruolo del titolo è affidato al tenore Francesco Demuro, applaudito Alfredo in Traviata e Rodolfo ne La bohème al teatro Metropolitan Opera di New York, nel Duca di Mantova in Rigoletto a San Francisco e all’Opéra Bastille di Parigi oltre che ospite alla Staatsoper di Berlino, all’Opera di Monaco di Baviera e alla Royal Opera House di Londra.

Ramaz Chikviladze, che interpreterà Mefistofele, ha riscosso successi al Teatro Carlo Felice di Genova, all’’péra di Nizza, al Teatro Massimo di Palermo, a Stoccarda e al Grand Théâtre di Lussemburgo. Marguerite sarà il soprano Davinia Rodriguez. Ascoltata a Modena nel 2014 accanto a Leo Nucci in Simon Boccanegra (Maria), è stata di recente acclamata interprete nei ruoli principali de La traviata a Bilbao, di Lucia di Lammermoor e dell’Orphée et Eurydice all’Opera di Seattle e, accanto a Placido Domingo, alla Florida Grand Opera e a Valencia.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]