L’Ultimo Monteverdi a Modena

Domenica 9 ottobre alle 21, presso la Chiesa S. Agostino, la prima parte di un progetto biennale di Accademia d’Arcadia e Grandezze & Meraviglie

Il 9 ottobre alle 21 un nuovo appuntamento con “Grandezze & Meraviglie”, il Festival musicale estense che dura fino a metà novembre a Modena, Sassuolo, Vignola e Formigine.

Presso la Chiesa di Sant’Agostino, a Modena, e nell’ambito del ciclo di iniziative in collaborazione con Modena Città del Belcanto, va in scena l’Ultimo Monteverdi.

La raccolta Messa a quattro voci et salmi del compositore, curata e pubblicata dallo stampatore veneziano Alessandro Vincenti nel 1650, fu un’operazione di raccolta di materiali originali del divino Claudio, e costituisce un importante documento sulla prassi di lavoro utilizzata da Monteverdi nel comporre più versioni di un limitato numero di salmi e altri motivi. Probabilmente Vincenti acquistò i manoscritti con i brani che compaiono nella raccolta Messa a quattro voci et salmi subito dopo la morte di Monteverdi, prima che i beni del compositore fossero dispersi. La raccolta del 1650, considerata in coppia con la Selva morale (1641), mostra come il compositore riutilizzasse materiali musicali da una versione all’altra dello stesso salmo, rielaborando, espandendo o accorciando, e mascherando il riutilizzo con stratagemmi tecnici. Il concerto rappresenta la prima parte di un progetto biennale di Accademia d’Arcadia e Grandezze & Meraviglie, che propone nel 2022 i brani a più voci con basso continuo, mentre nel 2023 quelli a voci e strumenti.

Brani da “Messa a quattro voci et Salmi a Vna, Due, Tre, Quattro, Cinque, Sei, Sette, & Otto Voci, Concertati, e Parte da Cappella, & con le Letanie della B. V.” op. post., Venezia, 1650 – parte prima Accademia d’ Arcadia. Alessandra Rossi direzione.

Maggiori dettagli QUI