Visite guidate gratuite al Teatro Comunale

in occasione della Notte dei Musei

La visita al Teatro Comunale Pavarotti-Freni di Modena si sviluppa in diversi ambienti tra i quali l’atrio, la platea, il palcoscenico, il ridotto, e zone solitamente non accessibili come sartoria e sala scenografia, consentendo al pubblico la scoperta del “dietro le quinte” di uno dei più preziosi teatri italiani. Il Teatro Comunale di Modena fu inaugurato nel 1841 come Teatro dell’Illustrissima Comunità. Nel corso della storia ha conservato intatta la sua bellezza e non ha subito alcuna trasformazione strutturale significativa. La sua veste attuale è frutto di un accurato restauro storico-conservativo che lo ha riportato allo splendore originale adeguandolo alle moderne norme di sicurezza. L’eccellenza acustica, il pregio e l’eleganza del manufatto, ne fanno uno dei più preziosi teatri italiani. Teatro di Tradizione, è uno dei più produttivi a livello nazionale per l’allestimento di opere liriche e offre annualmente uno dei cartelloni più ricchi in regione con le stagioni di lirica, di balletto e di concerti, oltre alla stagione Altro Suono. Il laboratorio di scenografia del Teatro è uno dei più antichi in Italia e l’unico ad essere conservato nella sua sede storica. Qui si dipingono e si costruiscono scene che vengono esportate in tutto il mondo, dalla Cina agli Stati Uniti, la Spagna, la Corea, la Francia e il Giappone.